Montevarchi, in Comune e nelle scuole presto solo VoIp

montevarchi3

Montevarchi, in Comune e nelle scuole presto solo VoIp

La Giunta Comunale ha approvato una delibera che apre la strada all’avvio della realizzazione di un progetto per la costituzione di un servizio di telefonia innovativo e moderno che riguarda la costituzione di una rete telematica municipale utilizzando la tecnologia VoIP, che parte dalle strutture comunali per poi allargarsi alle scuole elementari e medie della città.

Negli ultimi anni una nuova tecnologia è entrata a far parte di un nuovo modo di comunicare. Questa tecnologia si chiama Voice Over IP meglio nota come VoIP (Voice Over Internet Protocol o Voce Tramite Protocollo Internet). Si tratta di una tecnologia capace di convertire il segnale della voce in un segnale digitale. Questo può viaggiare compresso in “pacchetti” sulla rete dati, utilizzando un protocollo internet e subendo poi, il processo inverso per riconvertirlo in segnale vocale analogico (consente quindi di effettuare e ricevere telefonate utilizzando la Rete Internet anziché la Rete Telefonica Pubblica). Il progetto, altamente innovativo, è reso possibile grazie al co-finanziamento ottenuto dalla Regione Toscana. Ciò porterà ad una forte riduzione dei costi attuali per la telefonia che il comune sostiene sia per la propria struttura, sia per le scuole primarie e secondarie di primo grado. Inoltre permetterà di avere un sistema innovativo e più efficiente. Inoltre tale sistema permetterà al cittadino di chiamare gratuitamente le utenze telefoniche del comune utilizzando un collegamento internet. In pratica nascerà una vera e propria Rete Telematica Municipale – Scolastica grazie alla quale tutti gli uffici comunali e le scuole elementari e medie saranno interconnesse tra loro e con la sala server pressi i sistemi informativi del comune in modo sicuro e efficiente. Sarà un vero e proprio processo di migrazione dalla telefonia tradizionale alla tecnologia VoIP.I mezzi di trasmissione utilizzati saranno la fibra ottica e i ponti radio , in grado di garantire una elevata sicurezza di collegamento. Il progetto prevede ora la sottoscrizione con la Regione Toscana di una convenzione per l’acquisizione del co-finanziamento e poi l’avvio delle procedure dei lavori. Si partirà dalla sede centrale del comune in piazza Varchi per poi allargarsi alle altre sedi distaccate del comune che sono interessate dal progetto, come l’urp di Levane, il cimitero urbano, l’asilo nido comunale, il cantiere comunale, l’attuale sede della biblioteca comunale (che tra non molto ospiterà l’Urban Center), i locali della Ginestra che ospiteranno il nuovo centro culturale (con la biblioteca comunale e i laboratori artistici e culturali). Il progetto poi si allargherà alle scuole e precisamente le scuole dell’istituto “Mochi” a Levane, quelle dell’istituto “Petrarca” e “Magiotti” a Montevarchi e le loro direzioni didattiche.
fonte articolo: